Schioppettino

DOP FRIULI COLLI ORIENTALI

Diffuso già nel 1200, è tra i più noti vitigni autoctoni friulani, in passato era conosciuto con il nome di Ribolla nera. La sua zona prediletta è tra le colline a sud di Cividale del Friuli e il confine Sloveno.

Il nome moderno del vitigno deriva, probabilmente, da due teorie: Schioppettino come riferimento alla croccantezza, e quindi allo “schioppettare” sul palato dei suoi acini a maturazione, oppure al fatto che il vino se imbottigliato giovane e con  alto tenore di acido malico, porta allo sviluppo della fermentazione malolattica che al palato da una sensazione di “schioppettare”.

UVE:100% schioppettino.
VENDEMMIA:manuale
VINIFICAZIONE:macerazione sulle bucce per 6 giorni, fermentazione a temperatura controllata. Pressatura soffice. Affinamento in bottiglia per un anno.
ALLEVAMENTO:guyot.
COLORE:rosso rubino con intense note violacee, che calano d’intensità con l’invecchiamento.
PROFUMO:elegante e speziato. Una nota che risalta subito al naso è il pepe verde, amalgamata da un gradevolissimo sottofondo di piccoli frutti rossi come ribes, lamponi, mora selvatica.
GUSTO:vino di buon corpo, intenso, molto speziato, leggermente tannico.
ABBINAMENTI:accompagna piatti tipici della cucina friulana, primi e secondi a base di selvaggina o carni rosse. Vino anche da meditazione.
SERVIRE A:18°C